lunedì 18 agosto 2014

Challenge: 30 Giorni di Libri e Letteratura, #9



 
#9: Le tue citazioni preferite che parlino di libri
Questa la dedico a noi lettrici, a noi donne sognatrici, e ai ragazzi che si rendono conto della fortuna che hanno a stare con una lettrice e di quanto una lettrice possa donare.
 

"Esci con una ragazza che spende i suoi soldi in libri invece che in vestiti, con una che ha problemi di spazio nell’armadio perché ha troppi volumi. Esci con una ragazza che ha una lista di libri che vuole leggere, che ha la carta della biblioteca da quando aveva dodici anni. Trova una ragazza che legge. Saprai che lo fa perché avrà sempre un libro da finire nella borsa.
È lei, quella che guarda adorante gli scaffali delle librerie; è quella che esulta in silenzio quando trova il libro che voleva. La vedi quella tipa strana che annusa le pagine di un vecchio volume in un negozio di libri usati? Quella è la lettrice. Loro non sanno resistere all’odore delle pagine, specialmente se sono ingiallite e consumate. È lei, la ragazza che legge mentre aspetta in quel bar in fondo alla strada. Persa in un mondo creato dall’autore. Seduta. Potrebbe lanciarti un’occhiataccia, dato che molte ragazze che leggono non amano essere interrotte. Chiedile se il libro le sta piacendo. Offrile un altro caffè. È facile frequentare una ragazza che legge. Regalale libri per il suo compleanno, per Natale e per gli anniversari. Regalale il dono delle parole, con una poesia, con una canzone. Regalale Neruda, Pound, Sexton, Cummings. Falle sapere che capisci che le parole sono fatte d’amore; che capisci che lei conosce la differenza tra i libri e la realtà ma, in ogni modo, cercherà di rendere la propria vita almeno un po’ simile al suo libro preferito. Non sarà colpa tua se lo farà. Deve almeno provarci in qualche modo. Se trovi una ragazza che legge, tienitela stretta. Quando la trovi alle due del mattino stringendo un libro al petto e piangente, falle una tazza di tè e abbracciala. Potresti perderla per un paio d’ore, ma tornerà sempre indietro da te. Parlerà come se i personaggi del libro fossero reali, perché per un po’ lo sono sempre. Le chiederai di sposarla su una mongolfiera. O durante un concerto rock. O molto occasionalmente la prossima volta che si ammalerà. Tramite Skype. Sorriderai così tanto che ti chiederai meravigliato come mai il tuo cuore non sia ancora scoppiato, macchiando di sangue il tuo petto. Scriverai la storia delle vostre vite, avrai figli con nomi assurdi e con gusti ancora più assurdi. Lei presenterà ai tuoi bambini Matilda e Aslan, forse nello stesso giorno. Camminerete insieme attraverso gli inverni della vostra vecchiaia e lei reciterà Keats sottovoce, mentre tu ti scrollerai la neve dagli stivali. Esci con una ragazza che legge perché lo meriti. Meriti una ragazza che può darti una vita più colorata possibile. Se tu a lei puoi dare solo monotonia, ore vuote e mezze proposte, allora è meglio che rimani solo. Ma se desideri il mondo e i mondi che esistono al di là, esci con una ragazza che legge."
(di R. Urquico)


"Chi non ha mai versato, apertamente o in segreto, amare lacrime perché una storia meravigliosa era finita ed era venuto il momento di dire addio a tanti personaggi con i quali si erano vissute tante straordinarie avventure, a creature che si era imparato ad amare e ammirare, per le quali si era temuto e sperato e senza le quali d'improvviso la vita pareva così vuota e priva di interesse?"
(da "La Storia Infinita" di M. Ende)

"Il tempo per leggere, come il tempo per amare, dilata il tempo per vivere."
(da "Come un romanzo" di D. Pennac)

"Un classico è un libro che non ha mai finito di dire quello che ha da dire."
(da "Perché leggere i classici" di I. Calvino)

"La lettura è solitudine. Si legge da soli anche quando si è in due."
(da "Se una notte d'inverno un viaggiatore" di I. Calvino)

"Quelli che mi lasciano proprio senza fiato sono i libri che, quando li hai finiti di leggere e tutto quel che segue, vorresti che l'autore fosse tuo amico per la pelle e poterlo chiamare al telefono tutte le volte che ti gira."
(da "Il giovane Holden" di J.D. Salinger) 

"Lo studio è sempre stato per me il rimedio sovrano contro il disgusto della vita, e non ho mai avuto un dolore tale che non mi sia passato con un'ora di lettura."
(di Montesquieu)

Adesso tocca a voi!
Quali sono le vostre citazioni preferite che parlino di libri? Scrivetemi!
Giorgia Blogger

6 commenti :

  1. Ciao Giorgia, sono bellissime le citazioni che hai messo! *_*
    Volevo informarti che sul mio blog c'è un premio per te http://ancorauncapitolo.blogspot.it/2014/08/the-very-ispiring-blogger-award.html
    Ciao! ;)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie mille *-* parteciperò appena posso!

      Elimina
  2. "Il me manque encore quelques haines. Je suis certain qu'elles existent" Luis ferdinand Céline

    RispondiElimina
  3. Ho pianto... Bellissime!!!

    RispondiElimina
  4. Ho pianto... Bellissime!!!

    RispondiElimina

I tuoi commenti nutrono il Libro Incantato, dai anche tu un contributo col tuo passaggio! :)